Idee e consigli per catering matrimonio alternativo

State organizzando il vostro matrimonio e l’idea di offrire un pranzo tradizionale agli ospiti non fa per voi? Preferite invece stupirli con una soluzione alternativa? Allora siete nel posto giusto, di seguito troverete alcune idee e consigli utili per stupire gli invitati con un catering non convenzionale.

 

1# Buffet Multietnico

Gustoso, divertente e colorato, il buffet multietnico può trasformare il vostro matrimonio in un viaggio gastronomico per i vostri commensali. Dalle mini porzioni di Kebab fino Samosa Indiane, potrete far scoprire loro nuovi sapori esotici. Potreste pensare anche di rendere omaggio alla cucina mediterranea, includendo i piatti tradizionali greci quali ad esempio il souvlaki, il moussakà o perché no anche una paella spagnola. Piaceri d’Italia Catering di Lecco può realizzare questo particolare tipo di buffet perché si adatta inoltre a qualsiasi periodo dell’anno.

 

2# Wedding Brunch

Sempre più di tendenza negli ultimi anni, il Wedding Brunch è una soluzione semplice ma allo stesso tempo innovativa. Un mix tra colazione e pranzo da offrire subito dopo la cerimonia svoltasi in mattinata, completo di pietanze dolci e salate per accontentare i gusti di tutti gli ospiti. In primavera ed in estate potete realizzare il vostro Wedding Brunch in una struttura come ad esempio un agriturismo oppure nel giardino di una villa, nelle stagioni più fredde invece in una classica sala di ricevimento per matrimoni.

 

3# Street Food Gourmet

Chi ha detto che lo Street Food non può essere anche elegante? Da Nord a Sud dell’Italia, ogni regione è caratterizzata da almeno un piatto tradizionale “da strada”, riscoperti grazie a noti Chef nostrani. Sempre più futuri sposi hanno deciso di ingaggiare i Food Truck che offrono cibi da strada rivisitati in chiave Gourmet, ovviamente se lo stile nuziale da voi scelto non è tradizionale. Anche in questo caso potreste pensare di includere Street Food internazionali, come ad esempio i mini-hamburger gourmet, mini-hot dog e il fish and chips.

 

4# Barbecue

Se il vostro matrimonio si terrà durante la bella stagione e avete a disposizione un ampio spazio all’aperto, potreste optare per il Barbecue. Soluzione sicuramente meno formale, ma di grande impatto e che crea un’atmosfera rilassata e di convivialità tra gli ospiti. Sulla griglia si potranno preparare tutti i tipi di carne e/o pesce, oltre a formaggi e verdure per accontentare tutti i gusti. Per ricreare un ambiente rustico potreste allestire la location con lunghi tavoli in legno.

 

5# Wedding Picnic

Rimanendo in tema agreste, un’altra idea alternativa con cui stupire i vostri ospiti è il Wedding Picnic. Potete organizzarlo sia nel giardino di una villa, nella vostra tenuta di famiglia o se ne avete la possibilità anche su una spiaggia vicina. Il Wedding Picnic si presta a soluzioni differenti, ad esempio potreste allestire la location con lunghe tavolate, grandi plaid in stile scozzese oppure ancora con puff e cuscini. Le pietanze concordate con la società di catering, possono essere servite all’interno dei caratteristici cestini in vimini.

 

Una volta scelto il tema non dimenticate di mettere al corrente i vostri invitati, fornendo tutte le informazioni all’interno delle partecipazioni.

Vi abbiamo fornito alcune idee per un catering alternativo, se avete bisogno di maggiori informazioni o volete valutare altre soluzioni potete contattarci compilando il nostro Form.

 

Via Giovanni Balicco, 113, 23900 Lecco LC – 0341 35.34.40 – info@piaceriditalia.it

Catering matrimonio: le 10 regole del Galateo

Ci sono dettagli che gli ospiti di un matrimonio dimenticheranno subito dopo il ricevimento, altri, invece, rimarranno impressi nella memoria per lungo tempo, tra questi ultimi uno è sicuramente legato alla qualità del cibo e del servizio catering.

Per tale motivo è importante seguire le norme che le buone maniere impongono per raggiungere un risultato impeccabile, ma quali sono? Di seguito illustreremo le 10 regole più importanti che formano ciò che definiamo: Il Galateo del catering per un matrimonio.

 

Regola n.1: Preparare con cura le pietanze

La prima regola e sicuramente la più importante per Piaceri d’Italia Catering&Banqueting di Lecco, riguarda la preparazione delle pietanze. A prescindere che sia svolto all’interno di una sede abituale o individuata di volta in volta, i cibi devono essere innanzitutto di ottima qualità e non meno importante soddisfare tutti i requisiti igienici durante la preparazione. Ciò significa rispettare la catena del freddo e del caldo, i semilavorati dovranno essere proporzionati e/o assemblati in vaschette vergini, piatti di ceramica, involucri protettivi ecc…

 

Regola n.2: Temperatura dei cibi

Una volta preparate le pietanze è buona norma mantenere la temperatura al livello adatto. Nel periodo estivo ad esempio è consigliato allestire l’area buffet in modo tale da non esporre direttamente alla luce del sole i cibi per non farli deteriorare, è preferibile in questo caso preparare man mano una quantità sufficiente per tutti gli ospiti, anziché lasciarli stazionare per un lungo periodo a temperatura ambiente.

 

Regola n.3: Quantità

Il Galateo di Piaceri d’Italia Catering&Banqueting (Lecco) per un matrimonio vuole che il cibo da offrire agli ospiti sia preparato nella giusta quantità. Tutti gli invitati devono poter mangiare tutto ciò che è presente nel menu e nelle stesse quantità, nessuno deve in altre parole rimanere “a bocca asciutta”. Per essere un buon servizio catering bisogna tenere in considerazione anche eventuali “bis”.

 

Regola n.4: Mission del catering

Non bisogna dimenticare che la mission principale di una società di catering è trovare il modo migliore per far stare bene gli invitati. È necessario quindi non limitarsi ad accoglierli, ma essere presenti dall’inizio alla fine del banchetto ed essere di supporto per qualsiasi loro necessità.

 

Regola n.5: Rispettare i tempi

Il pranzo del matrimonio non deve essere né una corsa di velocità né una maratona. Tra una portata e l’altra bisogna calcolare bene i tempi: se troppo ristretti gli ospiti non riusciranno ad assaporare a pieno le pietanze, se troppo lunghi si rischia invece di annoiarli. Inoltre, in particolar modo nei ricevimenti estivi, gli invitati dovrebbero aver subito la possibilità di bere e rilassarsi appena raggiunta la location.

 

Regola n.6: Numero del personale adeguato al servizio

A nessuno piace sgomitare per mangiare, così come a nessuno piace dover attendere periodi eccessivamente lunghi tra una portata e l’altra. Il numero del personale deve essere quindi adeguato al servizio e al numero di ospiti. In linea generale ogni due tavoli è necessario un addetto alle bevande ed un cameriere.

 

Regola n.7: Gestione degli spazi

Siano essi all’aperto o al chiuso per un catering perfetto è necessario saper gestire al meglio gli spazi. I buffet ad esempio per poter essere gestiti senza impedimenti devono essere misurati in base al numero degli invitati. Questo principio vale anche per dare la possibilità ad ognuno di essi di sedersi e trascorrere degli attimi piacevoli.

 

Regola n.8: Mise en Place

La Mise en Place non significa semplicemente apparecchiare, ma mostrare agli ospiti ed agli sposi la cura e l’attenzione con cui è stato realizzato il ricevimento di nozze. Vuol dire allestire la tavola in modo armonioso, oltre a disporre in modo corretto tutti gli elementi.

 

Regola n.9: Formazione del personale

Per un evento importante come il ricevimento di nozze è fondamentale poter contare su di un personale formato a dovere. Oltre ad avere un aspetto curato, essere cortese e rapido nel servizio, il personale di Piaceri d’Italia Catering&Banqueting di Lecco deve essere in grado di intuire a prima vista le esigenze dei commensali, essere preparato sui cibi offerti così da rispondere ad eventuali dubbi/domande e conoscere tutte le regole di bon ton richieste.

 

Regola n.10: Cura dei dettagli

Anche i più piccoli dettagli possono fare la differenza tra un servizio catering di successo ed uno mediocre. Ci riferiamo ad esempio alla scelta delle posate, possibilmente in argento, ai bicchieri decorati in modo particolare, offrendo un elemento a sorpresa magari allestendo un angolo con un tavolo coreografico, in parole più semplici qualcosa che gli invitati possano poi raccontare.

 

Hai trovato utili o interessanti le nostre regole del Galateo per catering? Lasciaci un commento o se hai bisogno di maggiori informazioni compila il nostro Form.

 

Via Giovanni Balicco, 113, 23900 Lecco LC – 0341 35.34.40 – info@piaceriditalia.it

5 esempi di allestimenti location per le tue nozze

Nell’organizzare il tuo matrimonio, ogni aspetto deve essere curato con molta attenzione e la scelta dell’allestimento non fa eccezione. Tanti futuri sposi si domandano quale sia l’allestimento perfetto per le loro nozze, così da rendere indimenticabile, anche per gli ospiti, il giorno più importante della loro vita. La risposta corretta a questa domanda è una sola: Piaceri d’Italia Catering&Banqueting. Dall’abito ai fiori, ogni cosa deve rispecchiare al massimo la propria personalità e noi saremo in grado di aiutarvi in ogni scelta. Vediamo insieme 5 esempi da cui prendere spunto per allestire in modo originale la location delle tue nozze.

Consigli utili

 

Prima di decidere l’allestimento del tuo matrimonio, ti vogliamo suggerire alcuni consigli utili per orientare al meglio la tua scelta.

  • Innanzitutto dovresti informarti con il gestore della location quale tipo di regolamento abbiano, ad esempio non tutte le ville storiche consentono di usare candele oppure è permesso ma solo in una zona specifica.
  • Restando in tema location, un allestimento perfetto deve essere in armonia con la tipologia della struttura, in altre parole gli oggetti decorativi dovrebbero integrarsi al meglio e non ottenere come risultato finale un contrasto troppo forte.
  • Infine, anche se non è una regola ufficiale, l’allestimento dovrebbe essere la conseguenza del tema che hai scelto o in alternativa qualcosa che vi rispecchi come ad esempio una passione comune.

 

Esempi allestimenti location

 

Ora passiamo a 5 esempi di allestimenti per la location delle tue nozze:

 

  1. Letterario

Se sei un amante della letteratura o un libro in particolare è stato significativo nella vostra storia d’amore, potrebbe essere l’ispirazione che cerchi per allestire la tua location. Partendo dalle partecipazioni realizzate prendendo spunto dalle pagine di un libro o come una copia delle classiche schede di prestito delle biblioteche. Vecchie macchine da scrivere possono essere utilizzate come eleganti centrotavola, i segnaposto in stile pergamena con le vostre citazioni preferite, diverse a seconda dei tavoli.

 

  1. Viaggio

Viaggiare è una tua grande passione e vuoi che faccia da sfondo alle tue nozze? Allora perché non ornare la sala del ricevimento con oggetti comunemente utilizzati nei viaggi? Come ad esempio fedeli riproduzioni dei passaporti come segnaposto, le cartoline vintage inserite all’interno di una busta che richiama una vecchia cartina geografica, al posto delle più tradizionali partecipazioni. Raffinati mappamondi e/o macchine fotografiche vintage come centrotavola.

 

  1. Pop Art

Perché non immergere i tuoi ospiti in una location trasformata in un’opera d’arte moderna? Prendendo spunto dai colori e dallo stile tipico della Pop Art, di cui Andy Warhol ne fu l’inventore, otterrai sicuramente un risultato originale. Questo tipo di allestimento si adatta a location minimaliste e moderne, in cui appendere sulle pareti le stampe delle opere principali di questa corrente artistica, oppure le riproduzioni delle vostre fotografie preferite. Il tableau può essere realizzato in varie colorazioni, magari riprendendo l’immagine dell’icona per eccellenza: Marilyn Monroe. I colori tipici sono il rosso, il giallo ed il blu, ovviamente dalle tonalità accese, colori che dovrebbero essere ripresi anche nelle partecipazioni.

 

  1. Shabby Chic

Un allestimento in perfetto Shabby Chic inizia dagli inviti per gli ospiti, realizzati con una carta antica, preferibilmente in color avorio e scritti rigorosamente a mano magari con un inchiostro leggermente dorato. In questo caso le tonalità tenui sono le più indicate: beige, grigio chiaro, bianco ed il già citato avorio. Non bisogna dimenticare che l’ispirazione principale viene dallo stile vittoriano e dalle campagne inglesi, per cui le decorazioni dovranno avere un aspetto retrò e mai moderno: mobili di legno lavorati con intarsi e fregi, valige vintage, porcellane, specchi e candelabri dovranno essere gli ornamenti principali.

 

  1. Stagioni

Perché non allestire la tua location abbinandola alla stagione in cui si terrà il matrimonio? L’autunno si presta a decorazioni dallo stile rustico: vasi riempiti con fasci di paglia e foglie colorate, oppure tavoli abbelliti con corde dorate, zucche e mele. Arancione, oro, bordeaux, vinaccia e verde scuro sono i colori che si prestano meglio e tra cui poter scegliere.
La primavera e l’estate, invece, richiedono colori brillanti e aggiungono un tocco di effervescenza agli ornamenti. Sono stagioni ideali per un ricevimento all’aperto, magari in stile Picnic allestito con tovaglie a quadri o plaid scozzesi, il tutto contornato da stupendi fiori di stagione come ad esempio i girasoli.
Rose, tulipani e bacche ornamentali sono particolarmente adatte per l’inverno, i tavoli decorati con candele e rami di pino, ricreeranno l’atmosfera tipica di questa stagione, ancor meglio se nella location scelta si abbia a disposizione un camino.

 

Se ti sono piaciuti i nostri esempi faccelo sapere lasciandoci un commento, se vuoi invece avere maggiori informazioni o trovare insieme l’allestimento perfetto per le tue nozze, compila il nostro Form.

 

Via Giovanni Balicco, 113, 23900 Lecco LC – 0341 35.34.40 – info@piaceriditalia.it

Menu matrimonio: come scegliere quello perfetto

Dopo aver scelto la location ideale per il vostro matrimonio, è arrivato il momento tanto temuto: decidere il menu da offrire agli ospiti. È una delle componenti chiave che può rendere indimenticabile (positivamente o negativamente) il giorno più importante della vostra vita, soprattutto se consideriamo quanto il cibo sia fondamentale nella nostra cultura. Ecco perché vogliamo offrirvi alcuni consigli utili per scegliere il menu perfetto.

 

Prima di scegliere il menu

 

Per decidere quale tipo di menu sia più adatto a voi ed ai vostri ospiti (almeno per la maggior parte), bisogna tenere in considerazione alcuni fattori importanti:

  • Numero degli invitati: cucinare per 300 persone anziché 30 è differente. Dovrete quindi assicurarvi che il ristorante scelto o il servizio di catering abbia tutte le risorse necessarie, anche per un numero elevato di ospiti e soprattutto che riesca a mantenere standard di qualità alti.
  • Orario del ricevimento di nozze: si terrà per pranzo o per cena? In base a ciò potrete stabilire il numero delle portate e la tipologia delle pietanze più adatte.
  • Intolleranze/allergie alimentari: in particolar modo negli ultimi anni sempre più persone sono soggette ad intolleranze/allergie alimentari. Per evitare spiacevoli inconvenienti è sempre buona norma informarvi prima.

 

La scelta del menu

 

A questo punto potrete passare alla scelta del vostro menu partendo da:

  • Stagione dell’anno: quando sarà celebrato il vostro matrimonio? Ad ogni stagione, infatti, corrispondono pietanze adatte, in questo modo inoltre garantirete ai vostri ospiti cibi freschi e di qualità.
  • Pensando ai gusti gastronomici degli ospiti: uno degli errori più frequenti è scegliere il menu basandosi esclusivamente sui propri gusti. È consigliato invece di tenere in considerazione anche i gusti dei vostri commensali o in alternativa ai piatti che in linea generale possano apprezzare un po’ tutti. Dovrebbero essere evitati dunque sapori troppo piccanti, decisi o eccessivamente esotici, a favore di sapori più morbidi o tradizionali.
  • È sempre una buona idea includere nel menu un piatto tipico della zona in cui si celebra il matrimonio o del luogo d’origine di uno o di entrambi gli sposi.
  • Scelta dei vini: un buon vino d’accompagnamento aggiunge un tocco speciale ai cibi ed è quindi altrettanto importante sceglierli nel modo corretto. Se non siete molto esperti in materia, chiedete un consiglio allo staff del ristorante o del servizio di catering, sicuramente sapranno indicarvi la soluzione perfetta.
  • Menu standard: ogni ristorante vi proporrà diverse opzioni di menu già realizzati da loro. Se proprio non sapete da dove iniziare, potreste prenderli come base di partenza ed eventualmente apportare delle variazioni, magari combinando i piatti dei vari menu.

 

Infine non vi resterà altro da fare se non assaggiare il vostro menu, così da avere tutto il tempo necessario per capire se è all’altezza delle vostre aspettative o sia necessario apportare modifiche prima del grande giorno.

Abbiamo cercato racchiudere tutti gli aspetti più importanti per aiutarvi a scegliere il menu perfetto. Se avete domande o bisogno di altre informazioni potete compilare il nostro Form.

 

Via Giovanni Balicco, 113, 23900 Lecco LC – 0341 35.34.40 – info@piaceriditalia.it

La differenza tra Catering e Banqueting

Se domandassimo agli esperti nel settore: Chi sa dire qual è la differenza tra Catering e Banqueting? Sicuramente avrebbero tutti le mani alzate. Diverso è invece porre la stessa domanda a chi sta muovendo i primi passi nella ristorazione o a coloro i quali stanno organizzando il proprio matrimonio o un evento. Per chi è a digiuno di questa particolare terminologia, Catering e Banqueting vengono (erroneamente) per lo più considerati sinonimi, in realtà però non è così, vediamo in dettaglio il significato delle due parole.

 

To Cater

Verso i primi anni del 1970 arriva a noi dall’inglese il termine “Catering” che a sua volta deriva dal verbo “To Cater”, con il quale si intende provvedere alla fornitura di cibi e bevande per un numero elevato di persone, durante particolari occasioni come ad esempio cerimonie, feste e ricorrenze. In origine il Catering è nato come servizio per scuole, aziende ecc. non provviste di un servizio interno di mensa. Con il passare del tempo il servizio di catering si è diffuso anche agli eventi pubblici e privati.

 

To Banquet

Sempre dall’inglese si diffonde verso la metà degli anni ’90 il termine “Banqueting” derivato dal verbo “To Banquet”, il quale significa sia l’azione di banchettare sia offrire il banchetto. Spiegato in parole un po’ più semplici, Banqueting sta ad indicare tutto ciò che riguarda la presentazione e l’organizzazione dell’evento: dall’allestimento della sala alla mise en place.

 

Per essere ancora più chiari e comprendere meglio la sottile differenza che caratterizza i due termini, possiamo dire che un Banqueting che comprende un Catering può esistere, mentre un Catering che comprende un Banqueting no, ecco perché nell’organizzare il tuo evento è importante conoscere il significato dei due termini.

Ora che conosci le differenze potrai scegliere la soluzione che più si adatta al tuo evento, se vuoi conoscere le nostre proposte o avere maggiori informazioni, ti invitiamo a compilare senza nessun impegno il nostro Form.